Frode fiscale,Gdf confisca beni per 2mln

La confisca di 23 immobili e di disponibilità finanziarie, per un valore di circa due milioni di euro, nelle province di Brescia, Bergamo, Mantova e Parma, è stata eseguita stamani dalla Guardia di Finanza di Pavia nell'ambito di un'indagine su un'ingente evasione fiscale, coordinata dal procuratore aggiunto di Milano, Alessandra Dolci. L'inchiesta ha al centro un sodalizio criminale dedito alla commissione di consistenti frodi fiscali nel Nord Italia e all'estero, in particolare in Slovenia e Croazia, tramite una fitta rete di società "cartiere", le quali avrebbero emesso documenti fiscali falsi per oltre 100 milioni di euro, consentendo contestualmente alle società "clienti", operative nel campo dell'edilizia, di ottenere benefici d'imposta illeciti. Il principale indagato, un bresciano di 50 anni, con la complicità tra gli altri di un commercialista milanese di 79 anni, era riuscito nel tempo ad accumulare l'ingente patrimonio ora confiscato definitivamente dalle Fiamme Gialle.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Golferenzo

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...